CURTIS LICENSING presenta il sogno Americano al BLE

In quanto ramo licensing della rivista Saturday Evening Post, Curtis Licensing ritorna per il terzo anno al BLE per mostrare il suo impressionante archivio di oltre 6.000 immagini insieme alla sua rete di agenti per l’Europa.

La vasta gamma di immagini che celebrano il sogno americano offre opportunità uniche ai partner europei per accedere a disegni con autenticità e messaggi positivi.

A seguito delle prime esposizioni al BLE, c’è una crescente stabilità di licenziatari nella zona EMEA, che attingono da questo ricco archivio di opere d’arte per introdurre nuove collezioni nei settori moda, accessori e articoli per la casa. I modelli grafici aggiornati hanno creato opportunità interessanti nei tessuti, nelle confezione regalo e nei biglietti d’auguri.

Le immagini, le storie, le fotografie e gli articoli nostalgici di Curtis sono stati concessi in licenza per case editrici, agenzie pubblicitarie, studi cinematografici, ecc. in tutto il mondo, con migliaia di prodotti nei settori dell’abbigliamento, articoli da regalo, oggetti da collezione e per l’home décor da oltre 30 anni.

Il team di Curtis lavora costantemente per adattare e rinfrescare la collezione per adeguarsi meglio alle tendenze dell’industria e consentire ai licenziatari di trasformare e adattare le illustrazioni in base alle proprie esigenze.

Curtis è uno dei marchi più antichi in America. Il Saturday Evening Post ha un patrimonio unico nella società americana. Pubblicato per la prima volta nel 1728, era una volta di proprietà di Benjamin Franklin. Dal 1821, il Saturday Evening Post è cresciuto, diventando la rivista settimanale più diffusa in America. È stato il veicolo principale della cultura di massa negli Stati Uniti, contribuendo a celebrare e trasmettere i valori del tempo. La sua rappresentazione della vita quotidiana americana e la sua cronaca di eventi importanti nella storia degli Stati Uniti hanno portato a una circolazione di milioni di copie. Era noto soprattutto per commissionare numerose illustrazioni, a Norman Rockwell e a oltre 500 altri artisti, tutti conservati negli archivi del Saturday Evening Post di Indianapolis e disponibili per l’utilizzo da parte dei licenziatari.

Tags from the story
,