MIDO secondo Team Entertainment

Maria Romanelli, General Manager di Team Entertainment, ci ha raccontato la sua visita a MIDO, la fiera dedicata al mondo degli occhiali, e il suo punto di vista su questo settore.

Ecco una breve intervista a Maria Romanelli in seguito al MIDO, l’eyewear show che si è tenuto a Milano dal 25 al 27 febbraio in concomitanza con la settimana della moda.

BM. Quali erano i tuoi obiettivi nel visitare MIDO?

MR. Valutare e rivedere una fiera dell’accessorio in concomitanza della moda e valutarne, proposte, affluenza, nuove opportunità di Licensing, Branding e co-branding

BM. Quali tendenze hai notato in particolare?

MR. In termini di tendenze sicuramente l’evoluzione dei materiali sia nelle montature che nelle lenti. Oggi si hanno elementi della montatura interscambiabili, con vari colori e materiali sia per le stanghette che per la montatura centrale.

Tra le proposte una che ho trovato interessante, è la montatura che può essere disegnata e colorata da se stessi. Decisamente una proposta interattiva per le nuove generazioni.

Il mercato dei bambini è in mano agli spagnoli che si proponevano in vario modo ma decisamente interessante. Un mercato che gli italiani hanno perso quasi del tutto. Le proposte più interessanti ed innovative dalla Germania, Paesi Scandinavi e Spagna.

Infine, ho notato uno spazio speciale per i Big Italiani che attraverso stand di grande design sicuramente si imponevano nel padiglione.

BM. Secondo te, quanto e come è strategico questo settore in un programma licensing?

MR. L’occhiale è oggi un oggetto di moda e non solo di necessità, di grande ritorno ed appeal e si indossa a prescindere dalle esigenze visive. Come tale il licensing di brands è sicuramente di grande interesse e strategicamente interessante. Ciò non esclude il co-branding che ritengo altrettanto interessante e forse in un momento di mercato difficile più facile e di forte impatto.

Di seguito una selezione di scatti dall’ultimo MiDo.

Tags from the story
,